I fondi del centro

I fondi del centro

Nel Centro Documentale Frontiera Nord “Linea Cadorna” sono archiviati alcuni importanti fondi donati al comune di Cassano Valcuvia. Questi fondi contengono documenti di grande rilevanza storica relativi ai drammatici eventi che culminarono negli scontri tra partigiani e SS sul monte San Martino, durante il secondo conflitto mondiale.

Il fondo del Comune di Cassano Valcuvia contiene una ricca raccolta di documenti che derivano prevalentemente dalle case degli stessi cittadini cassanesi. Inoltre gli eredi del Tenente Colonnello Carlo Croce hanno fatto dono della vasta documentazione storica raccolta dalla famiglia che è confluita nel già ricco archivio storico del Comune. Il fondo contiene diversi cimeli appartenenti al Tenente Colonnello, numerose lettere, documenti ufficiali e alcune fotografie che ritraggono il Croce stesso e altri protagonisti delle vicende del San Martino. Una sezione particolarmente interessante è costituita dagli effetti personali rinvenuti nelle tasche del Tenente Colonnello al momento della sua cattura in Valtellina tra cui un taccuino, vergato di suo pugno, contente l’elenco dei nominativi di tutti coloro che avevano fatto parte del Gruppo 5 Giornate. Nel fondo sono inoltre conservate numerose testate giornalistiche dell’epoca che parlano dell’impresa sul San Martino.

Il Centro Documentale Frontiera Nord “Linea Cadorna” custodisce inoltre il cospicuo fondo donato dallo storico Franco Giannantoni. La documentazione è ricchissima: alcune fotografie immortalano i volti dei protagonisti della battaglia sul San Martino e alcune drammatiche immagini dei combattimenti; documenti ufficiali, lettere dei combattenti e i numerosi rapporti dei Carabinieri permettono una ricostruzione minuziosa dei giorni direttamente precedenti rispetto alla battaglia fino allo scoppio delle ostilità. Altro materiale di grande interesse è costituito dalle ricostruzioni della battaglia raccontate in prima persona da chi vi ha partecipato come il partigiano Ernesto Pianazza e il comandante Enrico Campodonico. Un reperto di incredibile valore storico è il diario-cronaca redatto dalla Guardia di Frontiera tedesca relativo alla battaglia sul San Martino: il raffronto con i rapporti ufficiali dei Carabinieri e le lettere scritte da Carlo Croce permette di ricostruire lo svolgimento dei fatti tenendo conto della versione di ciascuna delle tre forze protagoniste di quegli avvenimenti.